– Il Parco dello “Zingaro” in Sicilia (6°post del viaggio)

Finalmente trovo un po’ di tempo… (chiuse le lezioni a scuola) di “mettermi in vacanza”, vorrei proiettarmi al futuro, ma ho in sospeso un debito con lo scorso anno: un po’ di Sicilia  abbandonata in una cartelletta sul desktop, che fare? Provo a vedere di pubblicare qualcosa?

Provo, il diario di bordo mi aiuterà e le foto faranno il resto.

Era… giovedì, 11 agosto 2011

“Lasciata Palermo alle ore 9.30, ci dirigiamo verso l’estremo ovest della Sicilia. (tornare alla cartina del percorso)

Raggiungiamo un’area attrezzata a Scopello  (Trapani), posto incantevole in collina con vista sul mare. Un momento di riposo e partiamo per una breve escursione alla Riserva naturale dello Zingaro“. E’ questo un lungo tratto di costa incontaminato con spiagge raggiungibili attraverso panoramici sentieri. Troviamo un posticino alla prima spiaggetta e ci lasciamo convincere da onde birichine  a fare il bagno prima che il sole si nasconda dietro all’alta scogliera. Tom resta di guardia, ritorno al camper con l’ausilio della navetta e ci accoglie una serata da 25°.

Una pizza, fichi, cassata, cannoli con pinoli. Una passeggiata a Scopello e a nanna…

Ho utilizzato la musica di questo brano dei Deep Purple  perchè esprime forza come questa natura che è anche bellezza… e l’uomo deve saperla vivere,  temere e cantare.

Sarebbe bello fermarsi qualche giorno in più a camminare lungo i sentieri e bagnarsi ad ogni spiaggetta… ma il nostro programma ci chiama, decidiamo per  l’indomani di proseguire verso  Marsala.