Emozioni nelle storie di Peter Coniglio

Questa mattina ho recuperato alcuni libri dell’infanzia dei miei figli, che avevo tenuto in casa per utilizzarli a scuola, ma anche perchè…  erano diventati parte della storia di famiglia.

Alcuni anni fa erano poi finiti in un armadio per ritinteggiatura e lì erano rimasti.

Questa mattina quindi, stuzzicata dall’ articolo di un’insegnante che proponeva la lettura di audiolibri alla scuola dell’infanzia e in classe 1^, vado alla ricerca del libriccino che lei citava e che io ricordavo con affetto: La storia di Peter Coniglio di Beatrix Potter.

Ecco i due libricini trovati:

Un libriccino si trasforma anche in giostrina, quindi lo rinfresco, riparo un nastrino, ed eccolo:

Dietro alle immagini pop-up abbiamo il testo integrale da leggere:

Avevo anche acquistato le videocassette con le storie.

Su Youtube ho trovato la stessa storia di Peter Coniglio (in inglese)

Tutte le storie iniziano con le immagini della scrittrice Beatrix mentre dipinge gli acquarelli e scrive le storie nel suo ambiente di campagna, poi parte la storia in disegni animati e si conclude con Beatrix che spedisce il manoscritto della storia terminata all’editore. Buona visione!

Annunci

Profumo di lavanda

Ho tagliato alcuni fiori di lavanda, il profumo è intenso,  sa di… di pulito, di bucato, di fresco, di natura, di campo, di erba, di insetti, di fieno, di sudore, di fatica… e allora mettiamolo in bottiglia per non dimenticare nè il sudore nè la fatica della laboriosa vitalità estiva!

ah, giusto, i fiori appena tagliati li ho messi nel flacone che conteneva la crema da giorno alla lavanda che avevo appeno finito… il profumo contenuto nel flacone non è cambiato!

e da “fatto in casa da Benedetta” vediamo il video di come fare i fusi di Lavanda:

Protetto: Ciao a Maria (Alicemate)

Il contenuto è protetto da password. Per visualizzarlo inserisci di seguito la password:

Mamma e figli

Oggi è la festa della mamma e il compleanno del mio primo figlio, quindi ricordo il momento che sono diventata mamma per la prima volta, per poi diventarlo altre due, tutte esperienze indimenticabili!

Oggi sono grandi e dedico a loro, alla stupenda nipotina e alla sua mamma, un piccolo video giocoso!

Condivido “la posta per me”, fortunatamente arrivata per tempo 😉
“Cara mamma, è tempo che volevo scriverti. …
Con affetto, figlio”
al link per leggere tutta la lettera scritta da Tom (figlio)

Orgosolo e i suoi murales

Ci addentriamo nella Sardegna fino alla Barbagia, attraversando paesi e boschi di lecci per raggiungere Orgosolo di cui ci hanno incuriosito i numerosi Murales dipinti sui muri delle case (circa 200). Vedi QUI cartina e tabella di viaggio.

Ecco i murales fotografati nel nostro giro in paese, salendo e scendendo dalle strade poco frequentate in quel caldo pomeriggio di agosto:

 

Rocce Rosse a Tortoli (Arbatax)

21.08.2013

C’è un po’ di vento, ma camminiamo lungo la spiaggia di Cala Cea fino alle Rocce Rosse di Tortoli godendoci lo spettacolo che la natura ci dona! (vedi QUI cartina e tabella di viaggio)

 

Riposo all’ombra di lecci e sugheri:

Nel tado pomeriggio partiamo per ORGOSOLO, un borgo al centro della Sardegna dove potremo ammirare i famosi Murales (QUI)

passeggiata a Cagliari

Lunedì 19.08.2013… arriviamo a Cagliari (cartina e tabella viaggio QUI)

Un breve video con canto sardo che ricompone la nostra passeggiata nel caldo, ma piacevole, pomeriggio di agosto.  Non avevamo potuto incontrare Riccardo, a lui ora vorrei dedicare l’articolo sulla breve sosta nella sua bella città.

Cagliari mi ha fatto pensare a Praga per il Castello nella parte alta che le accomuna, circondati entrambi da mura e rocce,  dove si erano arroccati i poteri politici e religiosi…

due foto da internet con le viste dei due castelli:

“Castello di Praga”                                                              “Castello di Cagliari”

 

Alla prossima scopriremo i NURAGHI, cliccando QUI

Voci precedenti più vecchie