Natale e tradizioni

Il Natale per noi normali cittadini italiani è una ricorrenza molto sentita, una  festa religiosa e tradizionale. Tutti abbiamo ricordi di questo evento fin dalla più tenera età. Chi con ricchi doni, chi con pochi segni, tutti potevamo vivere questa giornata e quelle che la preparavano e la completavano, con particolare dispendio emotivo e non solo! Certo non sempre tutto questo coinvolgimento si viveva positivamente e, crescendo, sono giunta ad alcune riflessioni: il Natale è diverso a secondo della posizione sociale, della possibilità economica, della frequentazione delle funzioni religiose…

I simboli anche erano presenti e differenti: il presepe cristiano o l’albero addobbato, importato in seguito, le calzette della Befana dell’Epifania… che ha avuto un momento di abbandono dopo la rimozione del giorno di vacanza, ma tornato poi a pieno ritmo.

Nella mia infanzia, a casa niente simboli, bastavano quelli della parrocchia. Le funzioni cristiane facevano parte della vita, quindi si prendeva parte alle messe comandate e alle varie funzioni. Il mattino di Natale ci si svegliava e sul letto si trovava qualche giochino, se era un momento di gloria, ma sempre caramelle e mandarini che profumavano in modo inusuale la stanza!

Quando sono un po’cresciuta e ho potuto avere confronti fra buone azioni e le conseguenti ricompense di Gesù Bambino non sono stata precisamente convinta. Ricordo che era Gesù Bambino che portava i doni e non  Babbo Natale, come ora, questo ha fatto sì che il colpevole dello scarso riconoscimento del mio operare fosse addirittura un Gesù e non un chiassoso nonnino smemorato, grave per me, che da piccina non capivo come il fglio di Dio elargisse ogni anno con poca equità.

Cresciuta ancora e compreso il fantastico mondo fiabesco dei doni, mi sono riproposta di recuperare da me la gioia di regalarmi dei bei pacchetti! Non è stata la stessa cosa, ma ci ho provato… La faccenda invece si è riproposta con i miei figli a cui ho cercato di far vivere un po’ più di attesa e un po’ meno di delusione: il risultato? mah questa è un’altra storia.

Una cosa è certa: i simboli del Natale li abbiamo utilizzati con costanza, la tradizione ha i suoi valori e la ripetizione fa anche risparmiare tempo e denaro. Ho cercato fra le foto e ne ho trovate diverse a documento dei Natali in famiglia!

Ciao da Alicemate/Maria Valenti

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: