La vita come un telaio (in Moby Dick)

La vita come un telaio, dove l’ordito è l’ineluttabilità, la trama intrecciata con la spola dalla mano dell’ uomo: il libero arbitrio, la spada (il pettine) che comprime i fili dando origine al disegno del tessuto: il fato.

Una bella similitudine fra vita e tessitura.

Così Melville scriveva nel 47° capitolo di Moby Dick: “L’intrecciatore di stuoie”, in una poetica pagina sulla baleniera Pequod, un momento prima della di avvistare le prime Balene:

L'intrecciatore di stuoie

L'intrecciatore di stuoie 2L'intrecciatore di stuoie 3

link da cui ho tratto il testo:

L’intrecciatore di stuoie

(Le immagini sono prese dal web)
Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Attilio
    Feb 19, 2016 @ 11:59:07

    Ma che bel post! Come procede la lettura?
    Un saluto
    Attilio

    Rispondi

    • alicemate
      Feb 20, 2016 @ 01:26:26

      Lentamente, molto… ma ormai è parte del mio “telaio”. Il grande capodoglio è finalmente con me, l’ordito era pronto, la volontà insiste, il caso ogni tanto mi aiuta, ma la lentezza fa parte della bellezza: mi sento in mare e vivo come un marinaio.
      Grazie dell’abbordaggio! gli incontri qui sono molto rari 😉

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: