“High Hopes” per San Serafino

Campane e ronzio di insetti,

disturbati solo dal nostro arrivo: siamo a San Serafino di Ghilarza, in Sardegna.

 Ci dà  il benvenuto a San Serafino la campanella della sua chiesetta … a cui si accompagnano i Brit Floyd con il brano dei Pink Floyd: “High Hopes” in segno augurale!

Buona visione

 

Questo posticino noi lo abbiamo scoperto perchè citato da Antonio Gramsci che era cresciuto a Ghilarza e, in una delle sue “Lettere dal carcere”, ne ricordava il panorama sul fiume sottostante che ora è il lago artificiale Omodeo. (nella seconda parte del video immagini del museo di Gramsci a Ghilarza)

Oltre alla chiesetta ed al panorama, a San Serafino abbiamo  trovato un bel paesino con tanto di zone attrezzate, fontanelle… ma il tutto abbandonato al caldo sole di agosto: quanta tenerezza e nostalgia ci ha fatto! Speriamo che in futuro possa nuovamente tornare a godere della gioia di orgogliosi e felici abitanti!

P1060628 a San Serafino di Ghilarza 17.08.13

Il testo del brano e la traduzione: http://www.testitradotti.it/canzoni/pink-floyd/high-hopes

Scendiamo lungo la valle del Tirso fino al mare misterioso del sud ovest della Sardegna: vedi QUI il percorso fino alle spiagge di Fluminimaggiore e successiva Buggerru.

 

Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. riccardo
    Lug 14, 2014 @ 09:12:53

    Stupendo, Maria: non possono esserci altre parole!
    Benché sia sardo e conosca alcune zone che si trovano vicino a S. Serafino, proprio quello non lo conoscevo…
    Ho seguito il filmato provando una certa commozione, anche perché, purtroppo, in Sardegna abbiamo anche altri “SS. Serafini”.
    La Sardegna sta ormai soffrendo (almeno da fine anni ’90) di un vero e proprio spopolamento, con esiti anche migratori… proprio come a fine ‘800 o come nel dopoguerra.
    Certo, stupisce anzi fa decisamente infuriare il vedere una località come quella che hai visitato, completamente abbandonata.
    Anche per questo, ho dovuto riflettere vari giorni per stendere ed inviare un commento.
    E non so neanche se ci stia riuscendo!
    Ma cercando di controllarmi e d’essere almeno un po’ oggettivo, posso dire questo: la Sardegna non è soltanto sole e mare, ma anche terra di paesaggi davvero aspri e selvaggi e nello stesso tempo, terra di punti poetici, struggenti (sia pure isolati) e che invitano alla riflessione…
    Non a caso, tu hai saputo coniugare paesaggio e pensiero: nella persona soprattutto dell’unico, immenso Gramsci.
    Come sardi, vorremmo avere non solo turisti ma GRANDI AMICI come te, persone cioè dotate di senso critico e storico; quel senso che invece tanti di noi hanno perso.
    Grazie, Maria: se permetti, “rubo” e pubblico (naturalmente previa tua autorizzazione) il tuo bellissimo filmato sulla mia pagina fb.
    Grazie ancora…
    Riccardo

    Rispondi

  2. alicemate
    Lug 14, 2014 @ 15:26:27

    Speravo ti piacesse 🙂 Prendi tutto quello che vuoi, mi fa piacere condividere, con chi ha piacere, le mie emozioni 😉 Ciao Riccardo!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: