Una riflessione con MARIO LODI

Mario Lodi, scuola

LAMELADIODESSA

LA NOSTRA AULA … LA PIU’ BELLA STANZA DEL MONDO?

 Siamo in classe, i ragazzi guardano, ascoltano, chiedono, provano, sbagliano, riprovano, aiutano il compagno, provano insieme, vogliono farcela, alla fine qualcosa hanno costruito tutti e sono soddisfatti di aver preso parte alla lezione, di aver collaborato, di aver imparato qualcosa in più del giorno prima.

La scuola può anche essere attiva, portare soddisfazioni, essere piacevole, a volte anche divertente!

 Certo se si riesce a fare scuola in modo giocoso, creativo, coinvolgente, si riesce più facilmente ad attivare TUTTI, a promuovere cultura per TUTTI.

Ma è molto impegnativo attivare questi felici momenti di apprendimento per TUTTI, come è difficile la DEMOCRAZIA.

 Lavorare per tutti richiede tempi maggiori, a volte sembra anche di “perdere tempo”, di disperdere inutilmente energie, proprio come succede nelle gestioni democratiche, quando le decisioni le si vuole partecipate e condivise da tutti, quando si…

View original post 950 altre parole

Annunci

8 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Samuele Blogzero (@SamueleBlogzero)
    Mar 03, 2014 @ 21:54:30

    L’autore di Cipì, mitico!

    Rispondi

  2. ili6
    Mar 06, 2014 @ 19:41:19

    Sono innamorata di Cipì, amato da tutti i miei alunni, passati, presenti, futuri e ho sempre ammirato le idee pedagogiche e la scrittura di Mario Lodi. Sarebbe stato bellissimo colloquiare con lui e i bambini. La sua scomparsa è un grave lutto per la cultura.

    Rispondi

  3. alicemate
    Mar 07, 2014 @ 00:55:23

    Cipì! certo è delicato e rispettoro del mondo, un grande messaggio. Sai ho sempre visto in Mario Lodi un grande paladino della scuola di tutti, ma in particolare di una scuola che aiuta a crescere sviluppando tutto di tutti: mani, piedi, pancia… cuore e cervello. Una scuola che aiuta, cura, si adopera a… Mah, le cose sono complicate!
    Ciao Marirò!

    Rispondi

  4. alicemate
    Mar 07, 2014 @ 01:00:54

    Che ora tarda, mi sono guardato “La grande bellezza” di Sorrentino… a nanna!
    ci sentiamo 🙂

    Rispondi

  5. riccardo
    Mar 14, 2014 @ 12:47:56

    La scuola è il nostro solo rifugio quando comincia a vorticare il vento dell’ignoranza e della freddezza.
    Uomini come Lodi hanno dedicato la loro vita alla “coltivazione” delle giovani menti e per questo non saranno mai dimenticati, anche se…
    …anche se si tende sempre più a considerare la scuola una perdita di tempo e tanti, troppi vorrebbero sostituirla con qualche corso professionale, magari addirittura professionale-militare.
    Stesso discorso per la democrazia.
    Perciò stiamo in guardia, stiamo mille volte in guardia!
    Salludi e trigu.

    Rispondi

  6. alicemate
    Mar 17, 2014 @ 22:37:08

    come Mario Lodi, non mi sono ancora arresa, lavoro sperando di creare amore per la conoscenza, pensiero critico, voglia di costruire la bellezza… è il nostro mestiere… ma ma bisogna anche continuare a “caricare la molla” sennò c’è il rischio di farsi fagocitare dal nulla-capoccia, dall’ultimo tiratore di coltelli, dal fischietto del caposquadra… mi puoi capire?
    Cari salludi gonfi di trigu 🙂

    Rispondi

  7. riccardo
    Mar 19, 2014 @ 20:58:22

    Sottoscrivo ogni tua parola, altroché!
    E ti capisco alla grande…
    Anche perché spesso la “molla” rischia di riempirsi di ruggine o comunque, di scaricarsi.
    E i loschi e pericolosi figuri sono sempre in agguato, mannaggia!!!
    Meda, meda trigu! (molto, molto “grano”)!

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: