Ricordando Virginia Woolf

Il 25 gennaio 1882 nasceva Virginia Woolf, la mia “maestra” di lettura.

Oggi voglio ricordarla con due riflessioni prese dal suo diario, pubblicato dal marito Leonard Woolf  in “Diario di una scrittrice“.

woolf(scrive nel 1928, dopo essere stata ad una conferenza alle donne)

“Giovani affamate ma coraggiose: questa è la mia impressione. Intelligenti, impazienti , povere, destinate a divenire nugoli di maestre. Ho detto loro pacatamente di bere vino e di procurarsi una stanza tutta per loro. Perchè lo splendore e i piaceri della vita devono essere riversati soltanto su pochi privilegiati e sugli altri niente? E i privilegiati magari, non li apprezzano neppure. A volte mi illudo che il mondo stia cambiando. Mi pare che  la ragione si faccia strada.”

“… se volete essere utili non riducete mai le cose a sistema; non prima di avere settant’anni e di essere stati aperti, comprensivi e creativi e avere messo alla prova tutti i vostri nervi e le vostre possibilità”

Se vi interessa fare un viaggetto virtuale nei luoghi di Virginia, linko un articolo scritto da una carissima persona:

da Craft-duck in “Di assenze e presenze e di un incontro lungamente atteso”

Annunci

4 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. riccardo
    Gen 28, 2014 @ 12:50:11

    Ciao, tutto bene?
    Sulla Wolf ho visto (tempo fa) un bel film, “The hours”, tratto dall’omonimo libro di tale Cunningham.
    Lei era interpretata da una bravissima Nicole Kidman.
    Molto bello anche il libro e cosa questa che accade di rado, film e testo non “cozzavano.”
    Confesso però la mia ignoranza: della Lupo o Wolf che dir si voglia (però, che battuta!) non ho ancora letto niente. Provvederò.
    Quanto al post, ecco…
    Penso che molti di noi, uomini o donne che siano, non possano avere molti dei piaceri che la Wolf auspicava per le future “maestre.” Un po’ per motivi dannatamente pratici, lavorativi, logistici ecc., un po’ per l’incomprensione abilmente coltivata dalla società nei confronti della cultura.
    Mah, speriamo che cambi!
    Salludi e trigu da un (stamattina) pessimista
    Riccardo.

    Rispondi

    • alicemate
      Feb 01, 2014 @ 16:59:16

      Ciao Riccardo! Tutto in regola per me, e lo so che sono fortunata… anche se ogni tanto, come la Woolf, mi illudo che la ragione possa farsi strada in questa nostra società. Ma, dopo quasi 100 anni dallo scritto della Woolf, continuiamo a tendere alla giustizia e non potremo sperare di dovercene mai disinteressare: siamo tutti più egoisti e ignoranti che mai, per poter pensare ad una società giusta.

      Film visto, evidentemente 😉 e piaciuto, anche se la vera Woolf, da quello che ho letto, non era per nulla paturniosa come ce la presenta il film. Virginia è stata sì soggetta a depresssioni e cure, ma era anche una donna allegra, ironica, spiritosa e di una intelligenza potente e spregiudicata, per me è un mito!

      Salludi e trigu al simpatico pessimista del 28 mattina, accidenti non avevo visto il commento 😦
      Maria

      Rispondi

  2. riccardo
    Feb 02, 2014 @ 15:41:57

    Il (simpatico, grazie,speriamo!) Riccardo del 2 febbraio è oggi un po’ meno pessimista. Be’, sì, molto meno!
    Comunque dici egregiamente: non potremo mai sperare di doverci disinteressare della giustizia: come diceva il buon Platone, essa esiste perfino in una banda di ladri…
    Categoria, quella, parecchio diffusa!
    La Wolf… probabilmente, regista e A. del libro hanno dato una versione della scrittrice un po’ forzata.
    Comunque la Kidman è stata bravina, che cosa ne pensi?
    Salludi e trigu!

    Rispondi

    • alicemate
      Feb 03, 2014 @ 19:42:48

      Dal diario di Virginia: 26 maggio 1931
      “… ho cercato di analizzare il mio abbattimento: come il mio cervello sia spossato dal conflitto interno tra due tipi di pensiero, quello critico e quello creativo;… ”

      Non è bello? e non è che un diario, ma le parole che usa, i pensieri che scoprono…
      Nooo?

      La Kidman certo è stata brava, ma la ricordo tanto triste, l’hanno abbruttita anche tanto: certo la Woolf aveva un viso severo, non si curava particolarmente, anzi spesso era per lei un impegno eccessivo curare il suo aspetto, ma era una bella donna!
      A me è piaciuta di più l’interpretazione di Meryl Streep in Mrs Dalloway, ma la Streep mi piace sempre 😉
      Ciauzzzissimi!!!

      Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: