– La scuola di tutti

La Scuola che verrà, è la Scuola che vorremmo?

Ieri, leggendo e riflettendo intorno a come va la scuola… “pubblica”… dove io insegno, ho trovato questo video che vuole mostrarci la scuola che vorremmo…. tutti spero!!!

Questo l’ho scritto e detto questa mattina ai miei alunni, non potevo non dire nulla. Questo l’ho postato sul blog di Bab. Voi che ne dite?

La scuola pubblica, quella che io conosco, certo, non si dimostra sempre in grado di svolgere al meglio il suo compito, anzi io sono la prima a lamentarmi di non essere all’altezza per esercitare un ruolo che ritengo richieda preparazione, energia e sensibilità…

Ma tutto questo è migliorabile se tutti lo vogliamo!!!

Tutti i genitori vogliono sicuramente scegliere per i figli una scuola che li faccia crescere in quella conoscenza che porta alla libertà e al rispetto per tutti e non alla sottomissione o alla sopraffazione di qualcuno sugli altri.

Me la sono presa troppo?

Certe giudizi espressi in modo tanto arrogante non vanno certo a vantaggio della  scuola e del suo bisogno di sostegno e fiducia da parte dell’ambiente, delle famiglie e innanzi tutto dei suoi scolari e studenti.

Il video però è carino, vero?!

I miei alunni hanno apprezzato, ma loro vogliono ancora bene alla loro scuola.

Domani dobbiamo “saltare” due ore di matematica… erano dispiaciuti!!! E io sono stata felice del loro “dispiacimento” …

Che “Alicemate”!!!!!!

Annunci

7 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Luisa
    Feb 28, 2011 @ 21:17:09

    Ciao, certo che una scuola come quella del video sarebbe proprio bella. Penso che i bambini ci andrebbero più volentieri. Ma non mi sembra si vada in quella direzione. Parola d’ordine:smaltellare. Mi fa un po schifo sentire che non ci sono i soldi per la scuola pubblica,ma si trovano i soldi per le scuole private. Ma queste cose si fanno per gli interessi degli adulti non per il bene dei bambini, purtroppo.

    Rispondi

    • alicemate
      Feb 28, 2011 @ 21:52:39

      I bambino VENGONO A SCUOLA VOLENTIERI, sai loro adorano ancora la loro scuola, si trovano con i compagni, gli insegnanti, le loro cose, il loro computer, le gite, le feste, la loro lim, ma anche e molto perchè si rendono conto di “crescere”, di imparare la matematica, le scienze, di imparare a giocare in gruppo, in palestra… per fermarmi ai miei insegnamenti…
      La scuola è ancora bella per i ragazzi, nonostante tutto…

      Rispondi

  2. Luisa
    Feb 28, 2011 @ 21:57:09

    Beh, io manco da scuola da un bel po 😳 😉

    Rispondi

  3. alicemate
    Feb 28, 2011 @ 22:10:01

    Tranquilla Luisa, non volevo bloccarti, ma in realtà la scuola, anche la nostra è cresciuta molto, anche se io per prima non la ritengo mai all’altezza. Il problema privata e pubblica, tagliare al pubblico per il privato è sicuramente la nostra triste attualità. Grazie del tuo apporto.

    Rispondi

  4. alicemate
    Feb 28, 2011 @ 22:18:38

    Se hai voglia leggi l’ articolo a questo indirizzo

    http://www.blogzero.it/2011/02/27/scuole-private-sovvenzionate-dallo-stato/

    intorno alla scelta scuola privata o pubblica, sollevato dall’intervento del nostro presidente, che ci ha fatto ancora una volta vergognare di tanta saggia capacità di gestire i problemi del suo paese….

    Rispondi

  5. Luisa
    Mar 01, 2011 @ 14:48:07

    Letto l’articolo. Fosse per me le scuole private dovrebbero sovvenzionarsi autonomamente senza alcun contributo Statale. Se non riescono, chiudano. Tutti quei milioni di euro vadano alla scuola pubblica, perchè, come dici tu stessa, non si fa mai abbastanza…il presidente non farebbe mai frequentare ad un suo nipotino la scuola pubblica, come è vero che quando ha bisogno si fa operare all’estero, dimostra coi fatti di non fidarsi di quello che offre il pubblico nel suo paese e che non ha intenzione di migliorare lo stato delle cose, anzi…

    Rispondi

  6. alicemate
    Mar 01, 2011 @ 21:58:38

    Sono con te, chi vuole una scuola per inculcare ai propri figli le sue idee… almeno se la paghi!!!
    La scuola pubblica deve garantire uguaglianza e accoglienza per tutti, ciascuno di noi può e deve vigilare e collaborare perchè svolga al meglio i suoi doveri nella formazione di bambini e ragazzi, loro sono i “reali clienti da soddisfare”.
    😉

    Rispondi

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: