Giochiamo a carte … con Alice

… le carte da gioco

ad aprile un nuovo capitolo di “Alice nel paese delle meraviglie” è doveroso…ormai sembra diventato il nostro “Promessi Sposi” di turno… ma sì dai che non è il finale ma il percorso che ci interessa ?!

Allora … finalmente la povera Alice riesce ad avere tutte le informazioni e ad utilizzarle correttamente per raggiungere il suo scopo: entrare nel bellissimo giardino intravisto dal foro della serratura alla sua caduta nella tana del coniglio…

( breve recupero per rientrare nell’atmosfera del racconto) .

Ed è proprio in questo fantastico giardino che Alice incontra i personaggi delle “Carte da Gioco”, se non ricordate la storia vi lascio il link per rileggere il capitolo  Il croquet della Regina

… e qui  scopro che i miei alunni  conoscono poco le carte e i tradizionali giochi con le carte. Mah, bisogna rimediare!!!

Recuperato un vecchio mazzo di carte e si inizia la loro conoscenza mettendole anche in parallelo con i personaggi del racconto, non è facile come si crede:

numero di carte  52, come i personaggi del corteo della crudelsciocca Regina di Cuori

I 4 semi delle carte  che indicano anche i ruoli dei personaggi della corte:

– picche/ i giardinieri  (10)

– fiori(o bastoni)/ i soldati  (10)

– quadri(denari)/ i cortigiani  (10)

– cuori/ i principini (figli della Regina e del Re di Cuori)  (10)

– le figure sono i  membri della corte  (12)

.. facciamo un po’ di corrispondenze, un po’ di indovinelli, un po’ di veloci calcoli e perchè non risolvere un problema… in coppia con un compagno?? Sì, siamo meno preoccupati,  ci possiamo dare una mano e … la colpa per gli eventuali errori!!

Adesso che ho il mazzo di carte mi piace utilizzarlo  per brevi attività di recupero individuale o di piccolo gruppo:

– abbinamento di numero e quantità (sulla carta appare il numero e     la corrispondente quantità), contare avanti, indietro, per decine…

– classificare per seme, per colore, per figure, per numero…

– individuazione di coordinate cartesiane con il gioco del “solitario”

E per finire … il gioco della ” Peppa Tencia o Pedro nigro” diventa per noi  “LA REGINA ROSSA” … è lei quella da temere e fare in modo di non averla “fra le mani” …

Regole del gioco:

“LA REGINA ROSSA” (“Uomo Nero o Peppa Tencia): si gioca in quanti si vuole,  con un mazzo di 40 carte milanesi o 52 carte francesi. Si tolgono dal mazzo 3 regine, lasciando in circolazione solo quella di cuori. Uno dei giocatori distribuisce in senso orario tutte  le carte ad una ad una  fino ad eusarimento del mazzo.
I giocatori esaminano le proprie carte e scartano, due a due, le carte di ugual valore.


Il primo giocatore  prende una delle carte del giocatore che sta alla sua sinistra che gliele avrà poste dinnanzi  “a ventaglio” e coperte.
Se chi ha pescato avrà fatto una coppia, la può scartare.
Il gruppo dei giocatori si sfoltirà, perchè chi rimane senza carte esce dal gioco, e alla fine un solo giocatore resterà con … la Regina di cuori.

Chi rimane con la Regina di cuori perde il gioco … ma fortunatamente : – Non gli verra ” T……  la  testa ! “.

Allora… anche  giocare a carte c’entra con  la  matematica!! e…  se lo si fa al momento giusto INSEGNA !!




Annunci

2 commenti (+aggiungi il tuo?)

  1. Trackback: – Con “La storia della Finta Tartaruga” finisce la scuola!!! « Alicemate!
  2. Trackback: Matematica giocando a carte | LAMELADIODESSA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: